Muore Norodom Sihanouk, patriarca della Cambogia

E’ morto a 89 anni, l’ex re della Cambogia Norodom Sihanouk, dopo una vita eccezionalmente movimentata. A Phnom Penh, dove sta ritornando dalla Cina la salma, s’attendono centinaia di migliaia di persone per rendere maggio al controverso padre della Cambogia moderna.

Ha girato tutti i cantoni della guerra fredda per mantenere il potere (da lui vissuto come patriarcale): prima i francesi che lo nominarono sovrano nel 1941 (aveva 18 anni), gli americani, infine un po’ pupazzo nelle mani dei Khmer Rossi; poi, dopo la prigione, riciclato dalle Nazioni Unite come monarca costituzionale e, infine, l’abdicazione (2004) e il ritiro dorato in Cina. A Pechino avrà perso un po’ della vita frenetica di Parigi e l’età avrà bloccato la sua sfrenata passione per le donne (voci di popolo parlano di una trentina di figli illegittimi).

Nel palazzo dorato e un po’ finto di Phnom Penh risiede ora il figlio, Preah Karuna Preah Bat Sâmdech Preah Bâromneath Nai Preah Reacheanachakr Kampuchea, più noto come Norodom Sihamoni. Lui ha sempre preferito fare il ballerino più che il monarca ed è stato completamente soffocato dal potente, dinamico e populista primo ministro Hun Sen.

Quando Norodom abdicò nel 2004, fra la ventina di figli che generò durante il suo regno, gli fu imposto quello meno simile a lui. Timido e schivo, non amante delle donne, senza prole, privo del carisma populista e dell’arte del barcamenarsi del padre è finito a 55 anni a portare fiori all’ambasciata della Corea del Nord, che, sembra, fornisca nerborute e disponibili guardie del corpo (in senso stretto) al sovrano, “large basket of flowers to the DPRK embassy in Phnom Penh on the occasion of the birthday of General Secretary Kim Jong Il. Written on the ribbon of the basket were letters reading “Glory to H.E. Kim Jong Il, the great leader of the Democratic People’s Republic of Korea. Cambodian King Norodom Sihamoni.” Scrivevano, con un po’ d’ironia i giornali.

Articoli correlati:

Cambogia: diritti umani sfioriti
Vecchie immagini del Tibet, Nepal e Cambogia
Processo ai Khmer Rouge: entrino gli imputati
Cambogia: un pò di spettacolo
Cambogia: paese liquido
Annunci

2 risposte a “Muore Norodom Sihanouk, patriarca della Cambogia

  1. ed ora scoppierà il lutto totale in Cambogia per questo patriarca (ottima definizione)….
    personalmente, da quando conosco un pò la sua storia, non mi è mai piaciuto: un furbastro, persino stupido nel pensare di poter manipolare i vari potenti di turno e farsi invece manipolare da loro.
    persino patetico nel suo mito cinematografico.
    ed un disastro di governante.

    eppure, amatissimo.

  2. Sihamoni e’ gay, altro che timido e schivo, lo sanno tutti qua me fan finta di niente.

    tanto la famiglia reale ormai conta come il due di picche politicamente, il loro potere e’ nel supporto popolare, ma fino a un certo punto.

    sihanouk ormai e’ venerato come fosse il faraone, pero’ devo dire non si e’ visto nessuno scossone politico come qualcuno sperava, la gente semplicemente tira avanti la carretta come prima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...