Distruggere per ricreare, la notte di Shiva

Sembrava iniziata la primavera, alberi fioriti e caldo, poi ecco tornare, nella notte di Shiva, le nuvole. Come ogni anno centinaia di migliaia di persone s’affollano a Pashupatinath, migliaia di sadhu (santoni, cialtroni erranti del sub-continente indiano), 5000 poliziotti cercano di mantenere l’ordine e d’impedire ai santoni di vendere hashish ai ragazzotti nepalesi, i ragazzini bloccano il traffico, vanno nei negozi a chiedere qualche rupia (un tempo s’accontentavano anche di riso,verdura, legname per i fuochi della notte).

Tutto quasi immutato da decenni e, questo, è il fascino della notte dedicata a Shiva. Intorno alla pagoda dove è chiuso uno dei sacri Linga (e vietata ai non hinduisti) s’affolla tutto il Nepal, giovani, anziani, impiegati e contadini. Quest’anno è stato aperto un percorso VIP, per raggiungere il tempio, al costo di Nrs. 1.000 (euro 10), non poco.

I sadhu, che sono una delle attrattive della festa, sono reduci dal grande Kumbha Mela di Allahabad, sono saliti a piedi o in bus stracarichi dall’India, con le loro barbe infinite, cosparsi di cenere, vestiti di stracci: i simboli dell’abbandono dalla materia. Bevono, fumano, s’incazzano, ridono e fanno un gran casino. Quest’anno sono di moda gli svuotini d’erba, venduti a Nrs. 200, forse per aggirare il divieto di vendere direttamente fumo e ganja.

Mai come quest’anno, in un periodo globale e locale di casini, Shiva merita attenzione. La sua funzione, distruggere per ricreare, e’ particolarmente attuale. La festa e le feste che (insieme agli scioperi) rallentano il calendario, servono anche a dimenticare l’eterna penuria di benzina, gas, corrente elettrica e l’incapacità della classe politica di darsi un governo e giungere alle elezioni. Anche l’ipotesi, data per certa, del governo tecnico è rimandata a metà marzo.

Questi fatti hanno contribuito, a mio parere ingiustamente, a far finire Kathmandu in fondo alla classifica delle peggiori città del mondo (Rapporto Economist). Gianni ha avuto la forza d’avventurarsi nell’immenso casino di Pashupatinath, ha fatto queste foto e ci racconta questa festa.

Invece che fra le meno vivibili, sicuramente Kathmandu è fra le più stravaganti. Per provarlo basterebbe andare a Pashupatinath , dimora di Shiva, nella sua emanazione di Pashupatinath (Signore degli Animali), durante le celebrazioni a Lui dedicate e culminanti con lo Shivaratri, la Sua notte .

Notte senza luna e complice. In questa notte, secondo una delle molte versioni, forse, la più romantica, il Dio freakkettone dell’Himalaya incontrò la sua nuova sposa Parvati (reincarnazione della precedente Sathidevi). Si bagnarono nelle acque del Bagmati (allora pulito), salirono nella foresta sulla collina e fecero l’amore, rigenerando il cosmo. I simboli della fertilita` e della sessualita`, lingam simbolo maschile e joni contraltare femminile, sono, sempre, adornati dai fedeli, nel loro connubio, con petali e colori vivaci.

Del resto l`iconografia nell`Induismo non tende certo a mascherare l`atto sessuale, che diventa ANCHE ATTO RIPRODUTTIVO. Esatto contrario rispetto alla bacchettonaggine da Dottrina della Chiesa, dove la sessualità è principalmente funzionale alla riproduzione e alla perpetuazione della Specie. Quindi in qualche modo santificata dal sacramento del matrimonio indissolubile. Sono moltissime le immagini Tantriche che coronano I frontespizi di parecchi Siti Religiosi, anche nella loro esplicita crudezza priva di veli inibitori. In fondo il Kamasutra dovrebbe esserne catalogo erotico-filosofico, non fosse proposto il più delle volte solo con ammiccamenti porno-voyeuristici.

Comunque! Decine di migliaia di pellegrini in questi giorni sono in visita al Luogo Santo, Pashupatinath. Arrivando spesso a piedi da tutte le parti del Sub Continente Indiano. Tra essi anche i Sadhu, folli di Dio, con modi e look a dir poco eccentrici. Così come lo e` il loro continuo peregrinare tra i posti simbolo della Tradizione hindu. Non mancano proseliti Occidentali, illuminati nella via verso il Nirvana, spesso con occhi tra il sognante e il perso, di chi si illude di averlo gia`trovato….. D`altronde Benares, Richikesh, Poona, Kathmandu stessa, solo per citarne qualcuno, erano tradizionalmente luoghi culto e mete agognate per l`Internazionale Fricchettona.

Anche oggi qualcosa resiste dell’atmosfera da happening ( o, meglio, da raduno pop amplificato, dove per giunta ci si sente protagonisti e non più semplici spettatori) dei tempi, in cui i freak erano di gran moda. Gran giro di chilum, in continuazione riempiti di ganjia, consumata in quantità industriale; fino a formare una cortina di fumo annebbiante. C`è, immancabile in questa occasione, il bhahan nelle sue versioni: liquida (intruglio di latte e hashish) oppure solida (dolcetti sempre arricchiti da tale sostanza). Ho avuto modo di assaggiare questi biscottini: Effetto DEVASTANTE per un giorno e una notte, però io non sono un fumatore; eppoi ne ero inconsapevole.

Così, in questo mondo per taluni ovattato, si apriranno dopo il tramonto le porte del Tempio. La scalinata che parte dalle rive del Bagmati, il fiume sacro per eccellenza, saranno invase dai fedeli in attesa. Con le pire funerarie e i fuochi dei fedeli ad illuminare l`oscurità. L` omaggio a Pashupatinath, Dio trasgressivo, Signore della foresta e dei suoi abitanti, Distruttore e Creatore. Poi, accanto ai fuochi e nel fumo avvolgente, che la Lunga Notte di Shiva cominci.

Articoli correlati: Concordato per Pashupatinath: Shiva e i maoisti d’accordo; La Notte di Shiva, fiumi di fumo a Pashupatinath; Nepal: in sciopero anche i sacerdoti di Pashupatinath; Pashupatinath, Il quinto Dham e i suoi tesori; Bizzarra Kathmandu; Documentari e storie dal Nepal e dal Mozambico;

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...